Relazione di fine mandato del Segretario 2016 - 2018

Si chiude quest’anno un biennio di lavoro dell’attuale CD, che ha svolto il proprio mandato nel solco segnato dall’amico di una vita, il prof. Michelangelo Gangemi, che ci ha lasciato dopo un anno di presidenza vissuta con il piglio del leader ed una profusione di sorrisi da gentiluomo d’ altri tempi, nonostante una tumultuosa malattia. Lo ricorderemo a Napoli il 5 e 6 aprile del prossimo anno con un “Memorial” a lui dedicato, sui temi della neurochirurgia infantile e della neuroendoscopia, che lo hanno visto partecipe attivo in corsia, in sala operatoria, a lezione ed ai congressi nazionali ed internazionali.
Non posso che formulare un sentito ringraziamento al prof. Marco Fontanella, nostro vice-presidente, che si è trovato di colpo calato in un ruolo che era stato in passato molto spesso soltanto di rappresentanza. Dovete tutti sapere che ha assolto i suoi compiti in ambito organizzativo, amministrativo, scientifico e diplomatico in maniera esemplare, con impegno inintermesso, discrezione, senso della misura e dell’accoglienza. Io personalmente ho trovato in lui anche un amico.

  • Sul piano internazionale ricordiamo con soddisfazione il congresso annuale dell’EANS svoltosi con un magnifico successo ed una organizzazione impeccabile nello scorso ottobre a Venezia, sotto la direzione del prof. Domenico D’Avella. Sempre sul piano internazionale la SINch reciproca qui ad Ancona il Joint meeting con la Società Croata di neurochirurgia.
  • Nell’ottobre 2017 si è tenuta a Roma un’assemblea straordinaria per approvare le modifiche statutarie necessarie a produrre la domanda di accreditamento della  SINch quale società scientifica presso il Ministero, preliminare, tra l’altro, ad un eventuale incarico per la stesura di linee guida sulle differenti patologie di ordine neurochirurgico.
  • Il Prof. Germanò ha curato la ristrutturazione del sito, oramai desueto, sia per quanto riguarda la parte pubblica, che ospita gli annunci delle delle aziende sponsor che sono a fianco della SINch nella promozione e nello sviluppo della nostra disciplina, sia per quanto concerne la parte privata, dedicata solo ai soci ed alle attività di formazione.
  • Con il contributo del lascito della fondazione Mangioni è stata promossa una ricognizione sulla chirurgia ipofisaria tra i centri italiani interessati a questa patologia, mediante un survey, preliminare ad un contributo scientifico sulla letteratura internazionale. Anche quest’anno la società contribuirà in maniera concreta alla ricerca nell’ambito delle neoplasie ipofisarie, grazie all'eredità Mangioni, con una borsa di studio alla memoria di Federico Bartolazzi.
  • Il Consiglio Direttivo ha voluto inoltre ricordare il prof. Michelangelo Gangemi con un premio del CD stesso, in ambito di neurochirurgia pediatrica o della dinamica liquorale, destinato agli assistenti in formazione in neurochirurgia, iscritti alla SINch.
  • Come al solito il premio Guidetti sarà momento imprescindibile del nostro congresso.
  • Si è rinnovato ancora quest'anno il ringraziamento ai maestri, a coloro che hanno permesso a tutti noi di essere qui, con una medaglia al valore assegnata questa volta ai proff. Giovanni Broggi ed Isacco Papo, in segno della nostra riconoscenza.
  • Il Gruppo di studio dei giovani della SINchsi è impegnato in diverse direzioni:
    1. ha provveduto, come primo obiettivo, a creare una rete comunicativa rivolta ai giovani neurochirurghi (under38), al fine di offrire un supporto diretto, evidenziare le principali esigenze e proporre soluzioni alle eventuali criticità riscontrate negli ambienti lavorativi. E’ attualmente a disposizione un gruppo WhatsApp Giovani Sinch <38 strong="">, che conta allo stato 181 membri (di cui 100 inscritti alla SINch); è stato diffuso un questionario tra i membri del gruppo, attraverso la mailing list della società, con il medesimo intento.
    2. ha collaborato all’organizzazione del Memorial Cantore (Pozzilli-IS, aprile 2018) e del Cortical Trajectory screws course (Torino, aprile 2018);
    3. ha collaborato alla produzione del nuovo sito SINch;
  • La SINch non ha dimenticato l’assoluta necessità di promuovere formazione, e come al solito, oltre a patrocinare numerosi workshop e corsi, ha organizzato:
    1. XXX Corso per Giovani Neurochirurghi: ormai una tradizione per la Società Italiana di Neurochirurgia, con il contributo della Johnson & Johnson, nel novembre 2017.
    2. Corso di Introduzione alla Microchirurgia, con una duplice edizione a cura di Pasqualino De Marinis, a costo zero per i discenti e per la SINch e con docenti anch’essi giovani (Napoli, dicembre 2017 e luglio 2018).

Formazione, del resto, che è stata fortemente sostenuta dalle singole sezioni, attraverso specifici programmi. Infatti:

Sezione di neuroendoscopia (resp.: prof. Davide Locatelli)

  • Partecipazione di iscritti alla sezione in qualità di relatori ai corsi IFNE Hands-on di Ventricular Neuroendoscopy, organizzati da Giuseppe Cinalli (Napoli, gennaio 2017 e 2018).
  • Organizzazione del "Corso avanzato di neurochirurgia del basicranio: approcci endoscopici endonasali e transorbitali" da parte di Davide Locatelli (Varese, maggio 2017).
  • Durante il Congresso Nazionale SINch di Verona (Giugno 2017) si è tenuta una riunione congiunta delle Sezioni di Neuroendoscopia e di Neurochirurgia Pediatrica.
  • Partecipazione di iscritti alla sezione in qualità di relatori al Congresso Internazionale di Neuroendoscopia della IFNE (Cape Town, South Africa, novembre 2017).

Sezione di neuro-oncologia (resp.: prof. Flavio Angileri)

  • Si segnala, in primis, l’incremento del numero di iscritti, che comprende, al momento, 164 soci.
  • Le attività della sezione si sono concentrate soprattutto sulla stesura definitiva dei documenti da utilizzare come “Raccomandazioni” su metastasi cerebrali, gliomi di alto grado, gliomi di basso grado e meningiomi. Tale impegno è stato svolto con rigore e risulterà molto importante per contribuire alla produzione di linee guida richieste dal Ministero e dalla recente legge Gelli. Per facilitare la stesura sono stati identificati 4 distinti gruppi di lavoro. Il primo documento sulle metastasi cerebrali è stato discusso già in occasione del Congresso Nazionale SINch di Verona del 2017. Il 15 marzo 2018 si è tenuta a Messina una nuova riunione della Sezione proprio per discutere i 4 documenti. Dopo la presentazione del lavoro svolto da ciascuno dei 4 gruppi, vi è stata una ampia ed approfondita discussione. Si è ribadito che i documenti prodotti non devono rappresentare lo “stato dell’arte” della chirurgia, ma affermare alcuni principi consolidati dalla letteratura dai quali, salvo casi particolari, non si deve prescindere.
  • In occasione del Congresso Nazionale di Ancona è stato organizzato un simposio su “Recidive e ricrescite in Neuro-oncologia”.
  • Sono state approntate e distribuite ai soci aderenti alla sezione una Survey sull’uso della fluorescenza nella chirurgia dei gliomi cerebrali (su proposta di Carmine Carapella) ed una raccolta dati sui meningiomi atipici (WHO grado II) ed anaplastici (WHO grado III).

Sezione pediatrica (resp.: dr. Giuseppe Talamonti)

  • A febbraio, è iniziato il primo anno del primo ciclo del Corso SINch di Neurochirurgia Pediatrica, corso a numero chiuso e gratuito per i discenti. E' strutturato sull'esempio dei corsi analoghi organizzati dalla società francese e europea; è un corso triennale itinerante, nel senso che ogni anno un diverso centro italiano, si farà carico dell'organizzazione, secondo un calendario prestabilito. Il programma del corso prevede: 1° anno = neuroncologia pediatrica; 2° anno = malformazioni cranio-encefaliche e spinali; 3° anno = patologia vascolare, traumatica e chirurgia dell'epilessia. Alla fine del ciclo è previsto un esame con il rilascio di un diploma da parte della SINch, una sorta di Board Italiano. Quest'anno il corso di neuroncologia è stato organizzato dalla Cattolica di Roma. L'anno prossimo, il corso sulle malformazioni si svolgerà al Besta di Milano. Resta ancora da scegliere a chi affidare i corsi degli anni successivi.
  • Giuseppe Cinalli a Napoli (per quanto riguarda l'idrocefalo post-emorragico del prematuro) e Flavio Giordano a Firenze (per quanto riguarda il mielomeningocele) si sono assunti l'onere di organizzare un incontro/confronto fra i centri italiani che hanno maggiori casistiche, allo scopo di confrontare, e se possibile uniformare, le indicazioni e le modalità di gestione. All'incontro di Firenze ha partecipato anche la Prof. Messig-Junger di Colonia, attuale presidente dell'ESPN (Società Europea di NCH pediatrica). 
  • Nel mese di Aprile, insieme alla Sezione di Neurotraumatologia, è stato organizzato a S. Benedetto del Tronto (AP) il Meeting periodico della Sezione di NCH pediatrica, mettendo a confronto le esperienze nella gestione dei traumi cranici fra chi tratta prevalentemente gli adulti e chi i bambini. Sono stati coinvolti anche rianimatori, pediatri, neuropsichiatri, fisiatri e maxillo-faciali. A seguire, nella stessa sede, si è organizzato il WWW (what went wrong) sull'idrocefalo, in cui numerosi colleghi da tutta Italia hanno presentato, sotto forma di "case report", i propri insuccessi, discutendo con tutta la platea la "lesson learned" e cosa si sarebbe potuto fare di più e di diverso.
  • Tramite l'associazione Bip-Bip (Brain injury prevention, Brain injury protection) di Torino e la collaborazione di alcuni specializzandi di Padova, Milano e Torino, è in programma l'istituzione di una borsa di studio da assegnare, magari per una tesi di specializzazione, ad un giovane che faccia ricerca sull'epidemiologia dei traumi cranici pediatrici in Italia, perché, a tutt'oggi, in Italia, un dato certo e preciso su entità del fenomeno, distribuzione per età, geografia, ecc.., morbilità e mortalità non è noto.
  • Nel mese di Aprile, il Meeting periodico della Sezione di NCH pediatrica è stato organizzato a S. Benedetto del Tronto (AP) insieme alla Sezione di Neurotraumatologia, mettendo a confronto le esperienze nella gestione dei traumi cranici fra chi tratta prevalentemente gli adulti e chi i bambini. Sono stati coinvolti anche rianimatori, pediatri, neuropsichiatri, fisiatri e maxillo-faciali.
  • Nell'ambito dell'ICRAN (International Conference on Recent Advances on Neurotraumatology) organizzato a Napoli da Corrado Iaccarino per la WFNS Committee, infine, la Sezione di NCH pediatrica è stata coinvolta, per il tramite di tutti i maggiori centri italiani che gestiscono i neurotraumi pediatrici, nella preparazione, discussione ed elaborazione del documento sulla Consensus Conference per le Cranioplastiche Pediatriche.

Sezione di Chirurgia dei Nervi Periferici (resp.: dr. Giorgio Stevanato)

  • Va in primo luogo segnalato un incremento del 40% del numero di iscritti alla sezione.
  • Durante il Congresso Nazionale SINch di Verona (Giugno 2017) si è tenuta una riunione della Sezione, nel corso della quale si è trattato di lesioni del plesso brachiale, di lesioni iatrogene e di interventi correttivi del piede paralitico.
  • Durante il congresso annuale dell’EANS (Ottobre 2017) si è tenuta una riunione congiunta con la Sezione Europea di Chirurgia dei Nervi Periferici su temi quali i trapianti di nervi da donatore, timing e controversie della chirurgia del SNP e lesioni tumorali maligne.
  • E’ in fase di costruzione un progetto per la stesura di un registro multicentrico nazionale sulle lesioni tumorali, specie quelle maligne, del SNP, in collaborazione con la Società Italiana di Anatomia Patologica.

Sezione Spinale (resp.: dr. Franco Guida)

  • Sono state completate le proposte di consensi informati per la patologia spinale e le flow-chart comportamentali.
  • La sezione si è riunita a Venezia nel novembre 2017, confrontandosi sui seguenti temi: dispositivi interspinosi/interlaminari per fusion e non fusion, endoscopia spinale.

Sezione di Traumatologia (resp.: dr. Stefano Signoretti)

  • Durante il Congresso Nazionale SINch di Verona (Giugno 2017) si è tenuta una riunione della Sezione, in merito alla gestione del trauma cranio-facciale, sulla interdisciplinarietà Neurochirurgo – Chirurgo Maxillo-Facciale.
  • Nel settembre 2017 il dr. Corrado Iaccarino ha partecipato a Cambridge (UK), in rappresentanza della sezione, al primo incontro internazionale della “Consensus Conference” sulle indicazioni alla craniotomia decompressiva.
  • Durante il congresso annuale dell’EANS (Ottobre 2017) la nostra sezione di traumatologia cranica ha avuto l’icarico di organizzare la sessione Neurotrauma & Critical Care.
  • Nel novembre 2017 il tradizionale Corso per giovani neurochirurghi, ospitato dalla Codman-Johnson & Johnson a Pomezia, ha avuto tra i temi trattati, il monitoraggio della PIC e la craniotomia decompressiva.
  • Il Trauma Tour, organizzato dalla sezione, si è svolto per la regione Umbria, a Terni nel novembre 2017 e per la regione Friuli-Venezia Giulia, nel marzo 2018.
  • Nell'ambito dell'ICRAN (International Conference on Recent Advances on Neurotraumatology), organizzato a Napoli da Corrado Iaccarino per la WFNS Committee, si è svolta una riunione della sezione per stabilire gli obiettivi del prossimo biennio.

Sezione Vascolare (resp.: dr. Alberto Pasqualin)

  • Durante il Congresso di Verona (Giugno 2017) si è tenuta una riunione della Sezione per discutere una bozza di un Consenso Informato in neurochirurgia vascolare, per lesioni sanguinanti ed un altra per lesioni intatte; vi è stata unanime richiesta di semplificare il più possibile i termini tecnici, alcuni dei partecipanti hanno consigliato di non essere troppo specifici sul tipo di trattamento per una determinata lesione, lasciando una certa “libertà” ai differenti centri e si è discusso sulle complicanze e sul modo di presentarle ai pazienti. Si è quindi resa necessaria una elaborazione di detta proposta e si è deciso che questa, previa una ulteriore revisione da parte di un gruppo di appartenenti alla Sezione – un Board di 8-10 persone -, verrà presentata al congresso nazionale di Ancona.
  • Una seconda riunione della Sezione si è tenuta a settembre 2017 a Brescia, dedicata alla individuazione di possibili linee-guida nel management dei cavernomi cerebrali, dove si è discussa in particolare la recente proposta di linee-guida americana, pubblicata su Neurosurgery (80: 665-680, 2017). Si è ritenuto di poter condividere le linee-guida americane con minime modifiche ed è stato identificato un panel di 3-4 persone (comprendente anche un radiochirurgo), per redigere un documento comune da presentare ad Ancona.
  • Nella primavera del 2018 sono stati tenuti in Italia vari incontri dedicati alla Neurochirurgia Vascolare, tra i quali ha suscitato grande interesse il corso di maggio a Roma, dal titolo: “Trattamento degli Aneurismi Cerebrali: Tecniche chirurgiche ed Endovascolari”, organizzato da Alberto Pasqualin ed Antonio Santoro, con il prezioso contributo di Simone Peschillo. Sempre a maggio si è tenuto un convegno a San Giovanni Rotondo sul trattamento degli aneurismi in fase acuta “Aneurysmal Stroke Meeting Puglia 2018”, dove è stato in particolare approfondito il problema del management chirurgico, endovascolare e rianimatorio dei pazienti “poor grade” dopo emorragia subaracnoidea. Infine a giugno si è svolto il 9th European-Japanese Cerebrovascular Congress, organizzato da Marco Cenzato, con la partecipazione di neurochirurghi italiani, europei e giapponesi.

Sezione Funzionale e radiochirurgia (resp.: prof. Gerardo Iacopino)

  • A Roma, nel novembre 2017, si sono tenuti i corsi “La stimolazione cerebrale profonda nel trattamento dell’epilessia” e “Robotica in neurochirurgia” organizzati dal Dr. Carlo Efisio Marras.
  • A Milano, nel maggio 2018, si è tenuta la riunione del gruppo di studio italiano della gamma knife organizzati dal Dr. Piero Picozzi.

Un grazie, infine, alla segreteria organizzativa, le nostre Progetka, che hanno condiviso soddisfazioni e battaglie e che sono state sempre disponibili, anche nei week-end e nelle festività, alle nostre richieste e sollecitazioni.

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.